Giulio Salvioni

Nato a Roma nel 1963 è giornalista pubblicista, architetto e Dottore di Ricerca in Tecnologia dellArchitettura presso l’Università degli Studi di Roma – La Sapienza, dove è stato docente a contratto sino al 2014.

La scoperta dellinteresse per la musica e la passione per lalta fedeltà risale alla metà degli anni settanta, allorquando costrinse i genitori all’acquisto del primo impianto stereo che, nel corso degli anni, ha incessantemente continuato a far evolvere. Durante gli studi universitari si è affacciato sul mondo dell’autocostruzione realizzando alcuni diffusori acustici ad uso personale.

Nel 2008 ha intrapreso una collaborazione con l’azienda nippo-coreana Bakoon Products, contribuendo allo sviluppo di amplificatori integrati e pre phono.

Nel 2009 il compianto Paolo Aita lo avviò all’attività giornalistica proponendogli la collaborazione con la rivista Fedeltà del Suono, per la quale ha scritto sino al 2015 in veste di recensore ed esperto di tecnica, segnatamente in ambito analogico.

Attualmente collabora con le riviste JAZZiT, Audio Review e Audio Gallery, per quest’ultima in veste di consulente editoriale e curatore delle rubriche Audio Press e Audio File dedicata all’uso delle tecnologie informatiche nella riproduzione audio. Assieme a Giancarlo valletta cura dal 2012 il ciclo Lezioni di Ascolto” presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Nel tempo libero si dedica ai viaggi in motocicletta.